Agevolazioni risparmio energetico

DOMANDA
Buonasera,
devo cambiare degli infissi nella casa di abitazione di mia moglie dove risiediamo regolarmente sposati.
Posso avere l’agevolazione decennale IRPEF se pago con bonifici che riportano la dizione esatta per il risparmio energetico?
Grazie

RISPOSTA
Gentile Cliente,
la detrazione, che è pari al 65% per le spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2016, è riconosciuta se le spese sono state sostenute per:

  • la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento
  • il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni – pavimenti – finestre, comprensive di infissi)
  • l’installazione di pannelli solari
  • la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

E’ necessaria la comunicazione Enea con documenti firmati da un tecnico che attestino il risparmio energetico.
La detrazione deve essere ripartita in dieci rate annuali di pari importo e una condizione essenziale per non perdere il diritto alla detrazione è quella del pagamento tramite bonifico parlante, un particolare tipo di bonifico, eseguibile sia in Banca sia alle Poste, che richiede l’inserimento di dati specifici e una causale particolare. Lei, in quanto familiare convivente, potrà quindi usufruire dell’agevolazione fiscale purché l’ordinante del bonifico sia poi la stessa persona che sulla propria dichiarazione dei redditi chiede la detrazione.